Archivio tag: brocco

BIDONI

“Se questo libro fosse un piatto sarebbe agrodolce. Buon appetito” ed io , da moderato tifoso di quell’amabile sport che è il calcio, ho fatto fatica a non essere d’accordo con questa frase di Gianni Mura, sintesi della sua prefazione al libro di Furio Zara “Bidoni” edito da Kowalski.

Quell’agrodolce ti si materializza in bocca, ancor prima di leggere il libro, dopo aver letto l’indice: esigenze editoriali od una semplice scelta dell’autore, hanno limitato la scelta dei protagonisti di questa raccolta a soli 100 esemplari di brocchi pallonari.

Cento giocatori stranieri transitati nel “campionato di calcio più bello del mondo” dal 1980 al 2006 (anno della prima edizione del volume) atterrati sui nostri campi erbosi con l’irruenza di una pioggia di meteoriti e con la pretesa di diventare delle stelle, ma che spesso son durati un pò più di un flash ed un pò meno di un arcobaleno.

E nello scorrere l’indice alla ricerca di quel brocco che tanto sfigurò nella tua squadra del cuore (quella reale prima e del Fantacalcio poi), vorresti che ci fossero proprio tutti dal giorno in cui la tua memoria calcistica iniziò a riempirsi dei primi tristi ricordi, ma la tua bocca inizia a contorcersi in smorfie di disappunto scoprendo che tizio non c’è e caio neppure e le smorfie diventano soffocate e pacate imprecazioni quando lo sguardo si posa su scelte dell’autore che non condividi minimamente.

Ma è nella piacevole lettura delle 268 pagine del libro che quel gusto prende forma: la dolcezza con cui vengono caratterizzati questi personaggi si mescola al sapore agro dei soldi sciupati per aquistarli; centinaia di milioni di lire prima e di euro poi, apprendi essere stati sborsati per quel reuccio dai piedi a banana, quel bulletto di periferia, quel donnaiolo nottambulo o per una delle tante operazioni di marketing seriale utilizzate come penetration test per i mercati asiatici e/o emergenti, ma spesso e volentieri per la gioia di procuratori abili nel procurare plusvalenze a se stessi ed alle società (cedenti) coinvolte nelle trattative.

“E la dura legge del gol”sentenzierebbe qualcuno, “Lo show-biz” ribatterebbe qualcun altro, ma è semplicemente Il Calcio, così come è sempre stato dai suoi albori, iperamplificato dalla multimedialità e dall’assenza di confini, con le sue stelle, le sue subrette, i suoi buffoni ed i suoi scarponi che fecero e faranno fortune altrui.

Furio Zara merita un plauso, oltre che la lettura e/o l’acquisto del suo lavoro, per aver foccalizzato per primo l’obbiettivo sui cerini e non sulle torce del fuoco che fa ardere la nostra passione per il gioco del calcio.

BIDONI

Furio Zara

KOWALSKY EDITORE (2006)