Archivio della categoria: FUNNY

FUTURO&RICORDI

Qualche anno fa uscì un pezzo swingheggiante del mitico ER PIOTTA (” La grande onda” per inciso) che, in una descrizione rappeggiante del mondo dei surfisti, recitava:


“….poi, col vento fra le mani,

il futuro è già domani……”


E’ propio quello che mi è passato per la testa nel riascoltare la sigla di SPAZIO 1999, una serie televisiva futuristica e fantascientifica arrivata in Italia nel 1976 (ma concepita già nel 1973 e cooprodotta in prima serie dalla RAI!) ed impostata sulla falsa riga di STAR TREK.

Da allora di tempo ne è passato, il futuro continua ad arrivare e della serie televisiva non ricordo più nulla, sigla a parte: mi è entarta in testa quando ero bambino e non ci è più voluta uscire.

Loro sono Gli OLIVER ONIONS, ed il pezzo si intitola SOS.

Buon ascolto ( e trattenete la lacrimuccia, che il tempo passa per tutti 😉 )

 

L’UOMO IN SMART

Ma quante volte vi è capitato in vita vostra di stare diligentemente in coda ad un semaforo qualunque e di venire scavalcati dal fichettino di turno sulla sua minivolume?

A me poco fa, tornando a casa, e per l’ennesima volta; la scena è sempre la stessa : finestrino inesistente, musica estremamente coinvolgente, una mano per il cellulare e l’altra per la siga, eccesiva distrazione e disprezzo per il codice della strada; il sesso rigorosamente maschile, standardizzata è l’età; cambia solo il mezzo di trasporto, che questa sera era,guarda il caso,  una splendida  minivolume: tanto splendida da esssersi meritata una mia personalissima videodedica.

Non me ne vogliano i proprietari di quello splendido gingillo che sembra quasi un automobile, ma un pezzo così merita di entrare di prepotenza nella hit della satira musicale! (Grande cover, GNOMETTO BAND!!!!!)

GENIALE!

Dunque, parto dal presupposto che qualsiasi tipo di comunicazione debba essere il più posibile diretta per essere efficace;

ci aggiungo che un pizzico di glamour è sempre stato utile allo scopo, anche se le formosità della Hunziker nella cartellonistica degli slip “Roberta”, qualche anno fa, qualche effetto collaterale lo avranno anche prodotto, diventando concausa di migliaia di incidenti automobilistici in tutto il mondo.

Termino il preambolo elogiando la nostra PUBBLICITA’ PROGRESSO da sempre, a mio parere, originale nel veicolare ai cittadini messaggi pubblicitari istituzionali e…..

vi posto con piacere questa genialata spagnola che invita gli utenti, a modo suo, a rispettare il codice della strada.

Have a fun 😉

Get the Flash Player to see this content.

PRENDIAMOLA CON FILOSOFIA..?!

Molti voi avranno sicuramente avuto occasione di visionare il clip postato di seguito almeno una decina di volte nella propria vita da internauta; ai più, come me, lo spot sulle prime avrà sicuramente strappato un sorriso perchè l’idea, in fondo, è geniale:

il classico di “Don’t worry, be happy” (che, non a caso, fa da colonna sonora allo spot) a prescindere dagli eventi, visti con gli occhi di un infante, in un mondo di infanti.

Concettualmente una filosofia che ho sposato da quando, qualche lustro orsono, ho iniziato a realizzare che sopravvivere, per la maggior parte degli abitanti di questo pianeta ,  significa nuotare in continuazione in un oceano marrone  e maleodorante tentando invano di non “bere”;

“…… qualunque colpo la vita ti sferzerà sulla schiena abbi sempre la forza per rialzarti e reagire!” : chi ha avuto occasione di incrociare la mia faccia sa che questo è sempre stato il mio credo. Recentemente però………..

Recetemente però il video in questione mi è ricapitato sotto il mouse e, complice il periodo storico sfavorevole che il genere umano sta subendo, il sorriso si è tramutato in smorfia e qualche balzano pensiero mi è balenato per il cranio:

al più, mi son detto, il gagno in questione manco sa cosa sta facendo: e tutto bello ciò che gli sta intorno è tutto divertente cio che accade (beata ignoranza) ma lo sarebbe ugualmente se in mano gli avessero dato una P38 carica al posto delle chiavi di un auto giocattolo!

E se improvvisamente, questo gagno acquisisse, con una precocità inaudita, capacità cognittive? E se realizzasse che il babbo il lavoro lo ha perso sul serio? Se capisse che non ci sono più i soldi per mantenere una macchina, una casa o i pannolini in cui contenere i reflui fisiologici? E secondo voi manterrebbe l’aplomb del “don’t worry”????? Ma come minimo pianta su una grana che te la raccomando!!!!!!!!!!!

In buona sostanza: ma non è che il principe dell’igiene intima infantile stavolta abbia voluto un pò prendere per il sedere i suoi potenziali clienti??????

Get the Flash Player to see this content.

LA FABBRICA DEI SOGNI

Il gioco del lotto è, da qualche secolo in Europa, la “FABBRICA DEI SOGNI” per eccellenza  a cui si rivolgono giornalmente milioni di cittadini di qualunque estrazione sociale, fiduciosi nella sorte e delle proprie capacità oniriche.

Un gioco iniquo e crudele, che sfrutta le debolezze dell’essere umano speranzoso in un futuro migliore, in un entrata extra, in una botta di……

In realtà è un vero e proprio gioco d’azzardo, legalizzato dagli stati poichè fonte COSTANTE di gettito fiscale: una forma di tassazione libera e volontaria sostenuta da chi nel gioco ci crede e la matematica non la conosce (1 probabilità su 43 949 268 di azzeccare una cinquina su ruota fissa; 1 su 511 038 di indovinare una quaterna su ruota fissa; 1/11748 per un terno; 1/400,5 per un ambo e 1/18 per un AMBATA, sempre su ruota fissa e PARTENDO DAL PRESUPPOSTO CHE LE ESTARZIONI SIANO REGOLARI ed in Italia, la storia ne è testimone, non sempre le cose sono andate così).

Sebbene, a dispetto delle considerazioni sopra esposte ed a fronte di poste riconosciute non congrue con le probabilità di vincita, il numero dei giocatori sia pressappoco anualmente costante in tutta Europa,  ogni tanto delle flessioni sulle giocate ci sono e quindi il giocatore va “esortato” a tentare la fortuna;

qui da noi riusciamo a far pasticci anche in questo ( la SISAL è stata recentemente multata di 40.00 EURO per il concorso a premi WIN FOR LIFE: nella pubblicità del concorso non era chiaramente esplicitato che il vitalizio di 4.000.000 di EURO/MESE in caso di vincita si deve ripartire, eventualmente, fra tutti i vincitori dello stesso concorso) ma altrove la fantasia non manca.

Nel vedere il video postato di seguito mi è balzato alla mente il grande Tom Waits cantare in BURMA SHAVE  “…….of going to bad with every dreams that dies here every mornin

Duro risveglio per il tizio nel clip;  duro risveglio se si dà troppo retta ai sogni e ci si ritrova con le tasche vuote……………

Get the Flash Player to see this content.

NIENT’ALTRO STAMATTINA?

Ultimamente mi trovo spesso a riflettere su come stiano diventando tante le variabili che cercano di insinuarsi nella mia quotidianità:

persone che vogliono a tutti i costi raccontarmi qualcosa (un qualcosa di eccezzionalmente interessante e strabiliarmente unico, si intende!), pop-up che aggrediscono il mio schermo ad ogni click, messaggi pubblicitari vuoti che cercano di insinuarsi nella mia fantasia con jingle e slogan terrrificanti, cartellonistica stardale multisize ed onnipresente che cerca di distogliere il mio sguardo viglie dal traffico……..potrei continuare per qualche paragrafo ma, per ora, mi fermo qui.

Io, per contro, reagisco al fenomeno diventando sempre più refrattario nei confronti di questi imput ed “ignifugo” ad ogni genere di sensazionalismo; mi rendo conto che il fattore che accomuna questo tipi di eventi sia l’irrefrenabile  ed ancestarle desiderio di comunicare che, dalla nascita, accompagna l’essere umano : eventi, informazioni commerciali, pettegolezzi, stati d’animo……

Vabbè, ma ce modo e modo e se qualcuno mi vuol convincere a comprare un suo prodotto, lasci almeno che possa premiare la sua originalità nel proporlo!

Gustatevi il clip e perdonate la non eccelsa qualità video: per ora questo è cio che passa quel buon convento di nome INTERNET, ma le cose cambieranno quando questi spot saranno appositamente realizzati per trippandjoint.com……………….

Have a fun! 😉

Get the Flash Player to see this content.

1,2,3…………..GNAM!!!!!!!

E quante volte, anche solo per un attimo, abbiamo desiderato che scomparisse in un click il/la rompiscatole di turno……..!

Non mi divertivo così tanto nel vedere uno spot da quando mamma Rai, i sabato in terza serata di qualche lustro fa, non mandava in onda un format sul meglio della pubblicità trasmessa nel mondo (ovviamente un programma così intelligente e divertente non poteva durare troppo sui palinsesti della Tv nazionale, neache in sesta serata!!!!!!!).

Confesso: mai avrei pensato che un brand di questo calibro avesse tanta fantasia e “sens of humor”; mi ero assuefatto ad un tristissimo “I’m lovin” che mi entrava ed usciva da entrambe le orecchie, una grande M dorata onnipresente come i campanili nel nostro belpaese, addetti gentili e sorridenti, rapidità nel servizio e blablablabla……..

Ma dove sta scritto che anche l’italiano medio non possa divertirsi nel guardare uno spot, Mac?????????

Have a  bit of fun ;-)!

WOW……….!

Quando qualche anno fa ricevetti questo video via mail, dopo decine di esilaranti .pps che mi invitavano a sottopormi a test più starmpalati, album fotografici con posti mozzafiato e materiale simile che non smetterà mai di circolare in rete, rimasi folgorato:

chiunque abbia frequentato uno stadio qualsiasi, una qualunque manifestazione sportiva e non avrà immagginato, anche solo per un attimo, di vivere un esperienza simile ed essere protagonista di un impresa titanica. Un immensa folla che, opportunamente coordinata, genera una coreografia spettacolare dove l’importanza del singolo per realizzare il progetto viene esaltata dal risultato finale.

Ovviamente ho il forte sospetto che sia tutto costruito con un pc utilizzado pochi frame di girato reale, ma comunque complimentoni all’ideatore (e non ditemi che poi non vi viene voglia di farvi una birrozza!!!!!!!!!!!)